Chiese e Luoghi di Culto Religioso

Santuario di Santa Sofia

La chiesa, costruita nel 1500 si trova in una posizione panoramica che regala una vista su tutta la Piana del Sele e sul Golfo di Salerno. È santuario dal 2009 grazie ad un decreto vescovile e da quello stesso anno vi si conservano le reliquie di Santa Sofia, patrona degli albanellesi.

Della costruzione risalta l’imponente campanile in mattoni rossi, costruito con lo sforzo e il contributo economico di tutti gli abitanti del paese e inaugurato nel maggio del 1955, durante i festeggiamenti per la santa patrona.

Tre navate con transetto rialzato e cupola bizantineggiante è un edificio ricco di testimonianze devozionali, come la statua lignea nominata “Sofia Zeca Zeca”. Nella parte del transetto spicca un moderno mosaico rappresentante San Matteo Apostolo a sinistra e il battesimo di Gesù sulla destra. In corrispondenza dell’altare maggiore si può ammirare un’antica statua di Santa Sofia che, rappresentata con le vesti di vedova, insieme alle tre figlie Fede, Speranza e Carità, protegge da sempre il popolo di Albanella.

Chiesa di San Matteo

La Chiesa di San Matteo Apostolo ha antichissime origini e risale al passaggio delle reliquie di San Matteo, spostate nel X secolo da Capaccio Vecchio verso Salerno.

Costruita inizialmente per dare tributo alla santa che, venerata in tutta la Piana, è anche protettrice della frazione di Matinella.

L’edificio viene costruito grazie al contributo economico degli abitanti della zona che parteciparono anche ai lavori.

Venne infine dedicata a San Gennaro Martire come segno di gratitudine e ricordo verso il nome di colui il quale aveva donato al paese il terreno per poter edificare la chiesa.

Sottoposta a diverse ristrutturazioni la costruzione conserva l’impianto originario.

Chiesa di San Gennaro

La Chiesa di San Matteo Apostolo ha antichissime origini e risale al passaggio delle reliquie di San Matteo, spostate nel X secolo da Capaccio Vecchio verso Salerno.

Costruita inizialmente per dare tributo alla santa che, venerata in tutta la Piana, è anche protettrice della frazione di Matinella.

L’edificio viene costruito grazie al contributo economico degli abitanti della zona che parteciparono anche ai lavori.

Venne infine dedicata a San Gennaro Martire come segno di gratitudine e ricordo verso il nome di colui il quale aveva donato al paese il terreno per poter edificare la chiesa.

Sottoposta a diverse ristrutturazioni la costruzione conserva l’impianto originario.

Chiesa di San Giuseppe Lavoratore (conosciuta come Chiesa di San Cesareo)

Eretta tra il 1957 e il 1958 venne dedicata a San Giuseppe lavoratore, indicato anche come patrono del borgo, perché era molto sentito il legame della popolazione con il senso del lavoro. Questo dato anche dal particolare momento storico della “Riforma Fondiaria”.

L’edificio si presenta lineare e solenne secondo i semplici disegni di una chiesa rurale.

Cappella della Congrega del SS. Rosario

In una posizione centrale, posta di fronte alla Chiesa di San Matteo, ubicata nel centro storico. È la più recente tra le costruzioni religiose del paese, risalendo al 1800. Vero elemento di pregio è la facciata esterna con il suo pannello di maioliche vietresi, raffiguranti la Madonna del Rosario tra San Domenico di Guzmán e Santa Caterina da Siena; ai loro piedi due figure incappucciate sono raccolte in preghiera.

L’edificio presenta una sola navata e mostra elementi storici come dei piccoli fregi triangolari, visibili nel muro orientale della cappella, che ricordano il riutilizzo di pietre provenienti da un dismesso convento dei carmelitani di Albanella, risalente al 1652.

Chiesa Evangelica Metodista

Situata nel centro storico in via Risorgimento, è stata realizzata nel 1906. In seguito al sisma del 1980, avendo subito il crollo del tetto, l'edificio è stato completamente restaurato.

Il luogo di culto, a navata unica, presenta interni semplici; la facciata presenta la porta d'ingresso, accessibile tramite due rampe di scale, incorniciata in un arco ad ogiva nella cui lunetta riporta la dicitura "Venite adoriamo Iddio". Sopra la porta vi è una vetrata tonda centrale, sovrastata da una cornice lungo gli spioventi del tetto e sulla cima una croce. Nel lato sinistro del tetto vi è un piccolo campanile.

La Fabbrica della Cappella dell’Apocalisse

Dedicata a San Giovanni Evangelista, sorge sul versante occidentale del paese, adagiata su una collina. Costruita nel 1999 per restituire alla memoria storica e religiosa del posto l’antica chiesa di Santo Janni, di cui ci sono testimonianze anche in una cronaca del Settecento ad opera dello storico Lucido di Stefano.

La costruzione guarda ad un panorama d’eccezione con Paestum, la costa d’Amalfi e l’isola di Capri davanti a sé. L’interno è a pianta rettangolare con un’unica navata e abside rialzata. Al centro vi è il cenotafio per il poeta greco Costantinos Kavafakis.

Contatti

Via Piazzile Chiesa
84044 Albanella SA
09:00/13:00 - 16:00/20:00
Associazione di volontariato al servizio
dei cittadini per promuovere attività
culturali e turistiche locali  

Copyright 2020 © | Privacy Policy - Cookie Policy | Web Agency slashto